I mezzi del Gruppo Editoriale Lucano
(21-07-2012) - Basilicata, PRIMO PIANO -

Il Sud rimane sempre molto indietro, ma i lucani fanno bene

Istruzione. Gli allievi di V elementare sono i primi in italiano, insieme ai Toscani

Che i risultati ottenuti dalla società dipendano anche (e molto) dal livello culturale di chi ne fa parte è evidente, facile quindi immaginare che il divario tra Nord e Sud sia forte anche sul fronte dell’istruzione. Il rapporto 2012 del servizio nazionale di valutazione rappresenta un’Italia a due velocità anche tra i banchi di scuola, con il Mezzogiorno che consegue risultati al di sotto della media nazionale, mentre al di sopra si collocano gli studenti del Nord. Tuttavia c’è da registrare che rispetto al passato più recente le disparità tendono lievemente a diminuire ,soprattutto nel primo ciclo di istruzione. Merito dei buoni risultati di Basilicata, Puglia e Abruzzo nelle prove INVALSI, che hanno misurato il grado di conoscenza di matematica e italiano degli alunni della II e V classe della scuola primaria, della I e III media, e della II superiore. Addirittura dal campione preso in esame è risultato che gli allievi lucani di V elementare sono i primi in italiano, insieme ai Toscani.