I mezzi del Gruppo Editoriale Lucano
(11-04-2012) - Basilicata, PRIMO PIANO -

Bonus Carburanti: in autunno il nuovo accredito

Petrolio. La nuova ricarica dovrebbe ammontare a circa 130 euro
Si aprono i termini per le richieste di attivazione in attesa della nuova ricarica. Per il secondo accredito, che dovrebbe ammontare a circa 130 euro, bisognerà aspettare il prossimo autunno. Le royalties pagate dalla compagnie petrolifere alla Basilicata per le estrazioni relative al 2010 ammontano a più di 55 milioni di euro, di cui quasi 49 saranno spartiti tra Regione e Comuni interessati dall’attività dei pozzi, il resto corrisponderà alle risorse relative al bonus carburanti (quasi 7 milioni di euro) e dovrà essere diviso tra tutti gli aventi diritto, compresi i nuovi richiedenti, che avranno tempo fino alla fine di giugno per presentare la domanda. Ci sono sportelli postali dedicati e probabilmente non ci saranno le lunghe file della scorsa volta per effetto del minor numero di nuovi richiedenti e del fatto che chi è in possesso della card non dovrà più presentare richiesta, poichè la ricarica avverrà automaticamente.

Commenti

  1. rocco scrive:

    dormite dormiteeeeee e vi siete accontentati x 4 spicciiii….. dovevano bloccare l’estrazzione,e poi vedevi i risultati..

  2. Marcello scrive:

    Ma quando ci decidiamo a prenderli a calci in culo una volta per tutte sti mangiapane a tradimento? dobbiamo sempre aspettare che siano altri a toglierci le castagne dal fuoco? di solito si dice: POCHI MA BUONI, ma noi lucani siamo si pochi, ma non siamo buoni a fare un c…o!

  3. ragnobianco scrive:

    É vero gerardo simm brigant e ciamm a fa rsptta!…..

  4. lele scrive:

    secondo me,quei 32 milioni di euro dovevano investirli a favore di tutti i piccoli comuni lucani,portando in ognuno di essi un pronto soccorso con dottori ed infermieri in modo da salvare qualche vita umana in più

  5. graziano scrive:

    alla s.v.ill.ma.fate schifo vogliamo vedere quando cazzo ricaricate questi quattro spiccioli di questo misero bonus.

    1. francesco didio scrive:

      qua mi sa che dobbiamo fare intervenire striscia la notizia per avere qualche informazione

  6. gerardo scrive:

    IN italia chiunque abbia soldi ha rubato. Un persona che lavora onestamente, con le leggi attuali, non potrebbe mai arricchirsi. Ciò significa che l’Italia è nettamente divisa in due. Da una parte i “ladri” dall’altra i “poveri fessi”. Per il ripristino della società civile ci vorrebbe un’altra rivoluzione di stampo francese con tanto di ghigliottina. Ad una riunioni di lavoratori in mobilità l’allora assessore al lavoro e politiche sociali esordì dicendo che la mobilità ci faceva comodo perchè al reddito percepito dall’indennità potevamo aggiungere il reddito ricavato dal lavoro nero. Abbandona il tavolo delle trattative quando gli viene chiesto quando”ella” guadagnasse al mese. Siamo ancora sicuri di voler pazientare? Siamo ancora sicuri di essere persone e non burattini in mano a porci lestofanti? Io invito i cittadini Lucani a prendere l’esempio di Crocco e Ninco Nanco e di grignare i denti come giovani lupi.Riprendiamoci la nostra dignità e la nostra terra vandalizzata da gente senza onore e senza cultura. Gerardo.

  7. ANTONIO scrive:

    MI HANNO DETTO CHE LA SECONDA TRANCE DEL BONUS CARBURANTI NON SARA’ EROGATA.
    SAPETE QUALCHE NOTIZIA IN MERITO.

    1. stefy scrive:

      Credo che se andrà bene avremo una cinquantina di euro tra 2 o 3 mesi..e 50 euro andranno ai veneti per il rigassificatore di Porto Tolle (Rovigo)

  8. Antonio Diluca scrive:

    una banda di masnadieri governa il Texas d’italia e come tutti gli ingordi pensano solo ad ingozzarsi.
    siamo stanchi di essere una regione di stampo siciliano, devono andare, indistintamente, tutti a casa senza vitalizio; prendessero esmpio dall’Emilia Romagna.

  9. FELICE scrive:

    CHIEDO A STI PEZZI DI MERDA INTERESSATI A FARCI AVERE I RIMANENTI SPICCIOLI DI QUESTA PIGLIATA X IL CULO QUANDO CAZZO ARRIVERANNO STI SOLDI????

  10. placido montefinese scrive:

    Visto che le V/s signorie avevano già in precedenza
    pubblicato sul sito della Reg.Bas. che per gli anni 2009/10 ci settavano € 400= vorrei sapere che fine hanno fatto.Come i soldi per le ristrutturazioni per
    le abitazioni del 2005, che non vi siete degnati neanche di avvisare gli utenti se le domande erano state accolte o resinte. Questa è la ns classe politica che da un quarantennio ci governa svendendo tutte le nostre principali risorse facendoci pagare a noi cittadini lucani il caro prezzo della crisi che loro hanno contribuito ad alimentare.

  11. domenico scrive:

    Ci danno una miseria e la tagliano pure…la scorsa primavera avrebbero dovuto darci un altra trance ma come per incanto e’ sparita giustificandosi con la scusa dell’ emergenza neve..vergognatevi state togliendo dig
    nita alle persone per ingozzarvi come i porci.

  12. Antonio Luciano Di Noia scrive:

    Il governo della Regione Basilicata farebbe bene e meglio se legiferasse in maniera definitiva sul risparmio carburante destinando 5/10 centesimi al litro a favore dei cittadini residenti e NON, invece, distribuire, attraverso la cosiddetta “carta elemosina”, quella miseria di circa 100,00 € all’anno che da “sola” non risolve alcun problema agli automobilisti.
    Ad avviso dello scrivente, forse il problema è sostanzialmente un altro: gli eletti del Nostro “piccolo Parlamento lucano” dovrebbero anche essere disposti a fare qualche rinuncia, cioè a vedersi ridurre i loro lauti emolumenti e la onerosa pensione di fine mandato!

  13. Mirko scrive:

    Ma guardatevi intorno: la Basilicata è una delle regioni con le tariffe più alte degli idrocarburi alla pompa. Il cosiddetto Bonus serve solo ad abbassare la spesa procapite di benzina per persona, in pratica ci fanno credere che ci concedono un privilegio ma ci riportano alle tariffe idrocarburi delle altre regioni di Italia….Tutto questo perchè noi italiani non protestiamo mai per qualsiasi cosa ci venga fatta…

  14. Antonio scrive:

    VOLEVO SOLTANO AGGIUNGERE CHE VENGONO ESTRATTI CIRCA 100.000 BARILI AL GIORNO SOLO IN VAL D’AGRI E CALCOLANDO IL PREZZO MEDIO IN DOLLARI…100$ AL BARILE …I 50 MILIONI DI EURO ALL’ANNO…..LE COSIDDETTE ROYALTIES..FAREBBERO MEGLIO A CHIAMARLE ROY…ALMS..CIOE’ (CARITA’..ELEMOSINA)..

    SIAMO I SOLITI IMBECILLI CONVINTI CHE DEVE ESSERE SEMPRE QUALCUN ALTRO A DECIDERE COME VENDERE I NOSTRI BENI E CHE IN CAMBIO SIA SUFFICIENTE ANZI I NOSTRI AMMINISTRATORI SONO FIN TROPPO BUONI AD OFFRIRCI IL CAFFE’..GUSTO PETROLIO…

  15. rocco scrive:

    e solo tutto fumo ed è una presa in giro. dovrebbero creare posti di lavolo……….

  16. Miriam scrive:

    Piuttosto che bonus e accrediti vari, che non si sa mai quando arriveranno, avremmo diritto ad uno sconto sui carburanti, dato che siamo la regione italiana con più petrolio!!

  17. Natale Picone scrive:

    Data la grave crisi economica che stiamo vivendo, sarebbe auspicabile che i Sigg. componenti il Governo della Regione Basilicata prendessero in seria considerazione di aumentare l’importo da accreditare sulla “carta carburanti” per il 2012 e per gli anni futuri. Chiedo ciò non solo perchè i bisogni sono reali per tante famiglie che non riescono più a mettere in tavola il pranzo e la cena, ma soprattutto per non lasciarsi defraudare di un bene così importante dalle grandi compagnie petrolifere senza chiedere in cambio il GIUSTO contributo. Grazie, Natale Picone

    1. francesco scrive:

      VERAMENTE A NOI LUCAN LA BENZINA (MA ANCHE IL GPL, METANO E DIESEL) CE LA DOVREBBERO DARE GRATIS….