I mezzi del Gruppo Editoriale Lucano
(04-07-2011) - CRONACHE, edizioni su CARTA -

2011-07-05 – Speciale per Elisa Claps

Sfoglia l'ultimo numero del "Giornale Lucano" - edizione Potenza Città

(clicca sopra per ingrandire)


icona download

Commenti

  1. ELVIRA MATERA scrive:

    LA MORTE DI ELISA E STATO UN COLPO AL CUORE PERCHE LEI ERA UNA MIA AMICA E QUANDO SI SCOPRIRA CHI E STATO ALLORA AVRO PACE NELL ANIMA.
    SECONDO ME TUTTA POTENZA SA CHI E L ASSASSINO DI CUI NON VORREI FARE NOME SUL WEB PERCHE SONO UNA SEMPLICE INSEGNANTE DI LETTERE ALLA SCUOLA SECONDARIA DI ANZI.
    CHI HA UCCISO ELISA PRIMA O POI SI PENTIRA PERCHE ELISA AVEVA SOLAMENTE 17 ANNI E ORA AVREBBE AVUTO UNA FAMIGLIA SE LA SUA VITA NON FOSSE STATA DISTRUTTA E INFINE VORREI SALUTARE LA MADRE E IL FRATELLO DI ELISA CHE NON HANNO PAURA DI NIENTE E DI NESSUNO E VORREI SOLAMENTE DARE I MIEI MOBILI DI CUI NON HO BISOGNO CONTATTATEMI SU FACEBOOK ELVIRA MATERA E L ULTIMA PAROLA VORREI DEDICARLA ALL ASSASSINO : BASTARDOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!HAI AMMAZZATO ELISAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    SE TI TROVO TI AMMAZZOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Cristian Telesca scrive:

    Buonasera,
    ho appena ricevuto nella mia sede la copia del Giornale Lucano, mi è piaciuta molto la prima pagina, questa distinzione fra città bianca e città nera direi che calza a pennello.

    Sono stato ai funerali sabato, ho portato con me anche i miei bambini anche perchè il più grande, Ettore che ad agosto compie 5 anni, nonostante la sua tenera età è da tempo che mi chiede informazioni di Elisa, visto che sicuramente dopo il ritrovamento dello scorso anno se n’è parlato molto, ha visto spesso passando in via Pretoria i cartelli e i fiori davanti la Chiesa, ha sentito spesso parlare di lei ai TG, avrà sentito parlare spesso di Elisa anche a scuola dalle insegnanti, forse da qualche amichetto, insomma guardando solo quest’ultimo anno Elisa con la sua triste storia ha fatto parte della nostra quotidianità, e quindi se un bambino di quasi 5 anni ha vissuto quest’ultimo anno con tanta voglia di verità, figuriamoci quelli come me che nel 1993 erano quasi coetanei di Elisa o quegli altri che nel 1993 erano i padri o le madri di Elisa.

    Non riesco a spiegarmi come mai sabato non c’erano questi miei concittadini, non riesco a spiegarmi come mai la mattina mentre raggiungevo la piazza su 20 attività commerciali 19 erano aperte nonostante il lutto cittadino, non riesco a spiegarmi tante cose.
    Non credo che il funerale con più persone sarebbe stato più rispettoso per Elisa e per la sua famiglia, ma credo che almeno avere la bontà di rispettare il lutto cittadino almeno per la durata del funerale questo si.

    Comunque complimenti per la scelta di dedicare l’uscita interamente ad Elisa, ma se posso solo un piccolo appunto quelle pubblicità affiancate ai vari articoli non erano sicuramente di buon gusto, soprattutto quella affiancata alla vostra dedica in terza di copertina e la quarta di copertina dei “saldi, che gusto” di model, non si addicono molto, a mio avviso, alla linea che avete voluto intraprendere per questa uscita. Opinione mia personale ovviamente.

    Grazie e buon lavoro
    Cristian Telesca